enfresitde

Recent Events

Universal Declaration

Is Pope Francis campaigning for married priests ?

Un tiempo ambiguo pero esperanzador. Ramón Alario

France. Les abandons du ministère inquiètent dans l'église baptiste

Donne et prete. Un amore irrisolto. Adriana Valerio

Dio chiama al sacerdozio sia celibi sia sposati. Basilio Petrà

Rome. Rencontre nationale du groupe de prêtres mariés Vocatio. Mauro Castagnaro

France. L'affaire Gréa

BORRAS Alphonse, Quand les prêtres viennent à manquer, Ed. Mediaspaul, 208 pages, 17 €

FORESTIER Luc, Les ministères aujourd'hui, Ed. Salvator, 210 pages, 21 €

El cura debería dejar de ser el eje. La prioridad, el protagonismo retorna a la comunidad. Ramón Alario y Julio Pinillos

CAVAILLÈS Robert, Orgue et clairon, Ed. L'Harmattan, 476 pages, 33 €

Vocatio

=> website

Indirizzo ufficiale      - postale  ROMA  VIA OSTIENSE 152 B
- e-email  
-    “         loremae@libero.it
-    “        avalerio@unina.it

Nomi di contatto    
-  Giovanni Monteasi (e-email 1° sopra)
- Maestri Lorenzo , via Galileo  9, Luino, 21016   (e-mail  2° sopra)
- Franco Brescia , via Comunale Margherita 174, Napoli 80145 (e-mail 3°)

Sito web vocatio       http://www.vocatio2008.it/

Data di nascita           1982

Associazione riconosciuta con atto notarile

Quante persone?     30/40
- simpatizzanti?     100/150
- aperto a tutti interessati
- impegni delle singole persone:  Università, comunità di base, ecc

Vocatio è un Movimento nazionale suddiviso in Nord-Italia, Centro-Italia, Sud-Italia

Abbiamo uno statuto e una Carta d’Identità     allegato…..

Due incontri all’anno
Contenuti: incontri di amicizia, di riflessione, di ricerca teologica, ecc.

Abbiamo una Rivista trimestrale “SULLA STRADA “    (vedi allegato n. 12)

Obiettivi : vedi la Carta d’Identità

Lettere aperte e interventi sulla nostra Rivista

In Italia Vocatio è collegata con “Noi siamo Chiesa”, Comunità di base, Donne dei preti: Ciascuno di questi tre ha un sito web: rispettivamente: www.we-are-church.org/it   
www.donne-cosi.org        www.cdbitalia.it     

STORIA DI VOCATIO A QUINDICI ANNI DALLA NASCITA

Piero Barbini in “Sulla Strada” del n. 7/93

“….Dopo quindici anni di percorso e di condivise esperienze s’impongono alcune riflessioni sulla possibilità di consolidamento e di rilancio delle nostre scelte, sulla validità e sull’efficacia degli strumenti operativi di cui ci siamo dotati.

1-  Il prete che si lega per amore di una donna, il prete che si sposa, ma più incisivamente la crisi di identità complessiva del prete nella chiesa e nella società contemporanea, rimangono il dato storico, sociale ed ecclesiale da cui nasce il nostro movimento.  Questa radice non va mai velata, messa in secondo piano. Geneticamente il Movimento si riproduce attraverso questo dato di fatto.

2 - Tuttavia l’orizzonte in cui sfocia questa presa di coscienza  della propria crisi, non si riduce affatto all’intento di traghettare il prete sposato nella chiesa istituzionale, bensì nel diventare soggetto provocatore di un rinnovamento dell’esperienza di fede e di una rifondazione dell’aggregazione cristiana.  Questo salto qualitativo del nostro percorso configura l’identità profonda di Vocativo, e ne costituisce la specificità, rispetto ad altri movimenti affini.

3 -  Ne consegue che il Movimento Vocativo è particolarmente attento ai fenomeni che la crisi del prete produce (per es. le donne di “Claire-Voi” che nello scorso ottobre hanno sfidato la curia romana), ma non investe energie in questo tipo di provocazioni, bensì nell’alimentare al proprio interno e nel trasmettere attraverso la Rivista SULLA STRADA  alla chiesa e alla società il bisogno di un cambiamento radicale e complessivo.

4 - Si comprende perciò come nella nostra Rivista appaiono lettere al Direttore nelle quali ci si interroga, magari con stupore, sul fatto che nell’Associazione vengano messi in questione, oltre ai canoni e ai comportamenti del potere, le strutture e i dogmi stessi della chiesa cattolica:  Si!  Questo è lo stile e lo spirito “comunitario” di Vocativo: la ricerca nell’esperienza di fede non patisce confine, purchè sia ricerca seria e responsabile e la comunicazione avvenga nel pieno rispetto della coscienza altrui.

5 - Questa “liberazione della coscienza responsabile nella ricerca di fede”  e la relativa “fraternità della comunicazione nel profondo rispetto della coscienza altrui”  costituiscono l’identità profonda del clima comunitario che questo quindicennio ha portato a maturazione nella vita di Vocativo.

Un carattere che colloca l’Associazione nel contesto di un percorso storico di lunga durata”.



Indirizzo ufficiale      - postale  ROMA  VIA OSTIENSE 152 B
- e-email  
-    “         loremae@libero.it
-    “        avalerio@unina.it

Nomi di contatto    
-  Giovanni Monteasi (e-email 1° sopra)
- Maestri Lorenzo , via Galileo  9, Luino, 21016   (e-mail  2° sopra)
- Franco Brescia , via Comunale Margherita 174, Napoli 80145 (e-mail 3°)

Sito web vocatio       http://www.vocatio2008.it/

Data di nascita           1982

Associazione riconosciuta con atto notarile

Quante persone?     30/40
- simpatizzanti?     100/150
- aperto a tutti interessati
- impegni delle singole persone:  Università, comunità di base, ecc

Vocatio è un Movimento nazionale suddiviso in Nord-Italia, Centro-Italia, Sud-Italia

Abbiamo uno statuto e una Carta d’Identità     allegato…..

Due incontri all’anno
Contenuti: incontri di amicizia, di riflessione, di ricerca teologica, ecc.

Abbiamo una Rivista trimestrale “SULLA STRADA “    (vedi allegato n. 12)

Obiettivi : vedi la Carta d’Identità

Lettere aperte e interventi sulla nostra Rivista

In Italia Vocatio è collegata con “Noi siamo Chiesa”, Comunità di base, Donne dei preti: Ciascuno di questi tre ha un sito web: rispettivamente: www.we-are-church.org/it   
www.donne-cosi.org        www.cdbitalia.it     

STORIA DI VOCATIO A QUINDICI ANNI DALLA NASCITA

Piero Barbini in “Sulla Strada” del n. 7/93

“….Dopo quindici anni di percorso e di condivise esperienze s’impongono alcune riflessioni sulla possibilità di consolidamento e di rilancio delle nostre scelte, sulla validità e sull’efficacia degli strumenti operativi di cui ci siamo dotati.

1-  Il prete che si lega per amore di una donna, il prete che si sposa, ma più incisivamente la crisi di identità complessiva del prete nella chiesa e nella società contemporanea, rimangono il dato storico, sociale ed ecclesiale da cui nasce il nostro movimento.  Questa radice non va mai velata, messa in secondo piano. Geneticamente il Movimento si riproduce attraverso questo dato di fatto.

2 - Tuttavia l’orizzonte in cui sfocia questa presa di coscienza  della propria crisi, non si riduce affatto all’intento di traghettare il prete sposato nella chiesa istituzionale, bensì nel diventare soggetto provocatore di un rinnovamento dell’esperienza di fede e di una rifondazione dell’aggregazione cristiana.  Questo salto qualitativo del nostro percorso configura l’identità profonda di Vocativo, e ne costituisce la specificità, rispetto ad altri movimenti affini.

3 -  Ne consegue che il Movimento Vocativo è particolarmente attento ai fenomeni che la crisi del prete produce (per es. le donne di “Claire-Voi” che nello scorso ottobre hanno sfidato la curia romana), ma non investe energie in questo tipo di provocazioni, bensì nell’alimentare al proprio interno e nel trasmettere attraverso la Rivista SULLA STRADA  alla chiesa e alla società il bisogno di un cambiamento radicale e complessivo.

4 - Si comprende perciò come nella nostra Rivista appaiono lettere al Direttore nelle quali ci si interroga, magari con stupore, sul fatto che nell’Associazione vengano messi in questione, oltre ai canoni e ai comportamenti del potere, le strutture e i dogmi stessi della chiesa cattolica:  Si!  Questo è lo stile e lo spirito “comunitario” di Vocativo: la ricerca nell’esperienza di fede non patisce confine, purchè sia ricerca seria e responsabile e la comunicazione avvenga nel pieno rispetto della coscienza altrui.

5 - Questa “liberazione della coscienza responsabile nella ricerca di fede”  e la relativa “fraternità della comunicazione nel profondo rispetto della coscienza altrui”  costituiscono l’identità profonda del clima comunitario che questo quindicennio ha portato a maturazione nella vita di Vocativo.

Un carattere che colloca l’Associazione nel contesto di un percorso storico di lunga durata”.